orecchiette con le cime di rapa vetrère

Un classico delle ricette pugliesi: le orecchiette con le cime di rapa

Le orecchiette con le cime di rapa sono un classico delle ricette pugliesi e rappresentano il piatto tipico di questa terra per eccellenza, che porta il nome della Puglia in giro per il mondo.

Le origini delle orecchiette

Se nessun documento storico attesta l’origine della ricetta, è pur vero che si parla delle “lixulae”, una sorta di antenate delle moderne orecchiette, in un testo di Varrone. È il poeta latino che parla di questa tipologia di pasta, caratterizzata da una forma tondeggiante e da un interno concavo.

orecchiette e rape vetrère

La ricetta delle orecchiette con le cime di rapa

Ingredienti per la pasta:

  • 200 gr di acqua tiepida
  • 400 gr di farina senatore Cappelli Vetrère
  • Sale fino q.b.

Per la preparazione delle orecchiette:

  1. Versare la farina senatore Cappelli Vetrère su una spianatoia, formando una fontana. Aggiungere un pizzico di sale e l’acqua a temperatura ambiente;
  2. Impastare con le dita per una decina di minuti, incorporando la farina e aggiungendo acqua un po’ alla volta, fino ad ottenere una consistenza omogenea ed elastica;
  3. Dare all’impasto ottenuto una forma rotonda, coprirlo con un canovaccio e lasciarlo riposare per circa 15 minuti;
  4. Con un tagliapasta prelevare un pezzo di impasto, lavorarlo per qualche secondo, realizzarne un filoncino dello spessore di circa 1 cm e ricavarne dei pezzettini di 1 cm;
  5. Trascinare ciascun pezzettino con l’aiuto di un coltello a lama liscia e rigirare la conchiglia su se stessa, in modo da formare l’orecchietta.

Ingredienti per il condimento:

  • 600 gr cime di rapa
  • 2 spicchi aglio
  • 2 peperoncini freschi piccanti, senza semi, tagliati sottili
  • 4 filetti d’acciuga sotto sale, lavati e tagliati grossolanamente
  • 4 cucchiai di pane grattugiato
  • 6 cucchiai olio extravergine di oliva Vetrère

Per la preparazione:

  1. Lavare le cime di rapa, tagliarne via il gambo e conservare i fiori e le foglie;
  2. Portare ad ebollizione circa 3 litri di acqua, aggiungere il sale da cucina e le cime di rapa;
  3. Lasciare cuocere per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto e rimuovere le cime di rapa con un colino, mettendole da parte e conservando l’acqua di cottura;
  4. Portare di nuovo ad ebollizione l’acqua e aggiungere le orecchiette, portandole a cottura;
  5. In una padella, nel frattempo, soffriggere a fuoco basso l’olio, l’aglio, il peperoncino e le acciughe per 1 minuto e aggiungere le cime di rapa precedentemente sbollentate, lasciandole rosolare in padella per 2 minuti, mescolando continuamente;
  6. Scolare le orecchiette e aggiungerle alle verdure, amalgamando il tutto per un minuto. Se si vuole, è possibile servire il piatto con una spolverata di pane grattugiato precedentemente tostato in padella per qualche minuto con olio extravergine di oliva e peperoncino.

orecchiette ricetta vetrère

Un vino Vetrère da abbinare alle orecchiette con le rape

In abbinamento a questa ricetta tipica pugliese, Vetrère propone il suo “Tempio di Giano”, che già nel nome è un omaggio alle origini storiche e antiche di questa pasta.
Si tratta di un profumatissimo Negroamaro della zona di Monteiasi, Montemesola e della provincia di Taranto, fermentato in tini di acciaio a temperatura controllata. Questo rosso di Puglia si abbina perfettamente a paste al sugo, guazzetti di pesce e formaggi a media stagionatura.

Posted in Ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *