servire il vino a tavola vetrère

Servire il vino a tavola. Dieci consigli da seguire.

Se state per organizzare una cena tra amici, saprete di certo che il vino non è solo un prezioso dettaglio ma un elemento fondamentale per la buona riuscita della serata.Non parliamo solo della scelta della bottiglia ma anche di come servirlo a tavola. Il mondo del vino, si sa, è fatto di etichette, e allora eccovi le nostre regole per rendere ancora più speciale la vostra cena.

I 10 consigli su come servire il vino a tavola.

1. Viene prima il piatto o la bottiglia?

Sembra l’antico indovinello dell’uovo e della gallina, ovvero: scegliere prima il menu o il vino? Ebbene, se siete dei veri esperti di vino, allora potrete prima scegliere le bottiglie e poi i piatti da abbinare. Altrimenti, meglio il contrario.

servire il vino a tavola vetrère 1
Per quanto riguarda la tipologia del vino, rimandiamo a quanto già detto in un precedente articolo sull’importanza di portare a tavola la storia, le tradizioni e i profumi del territorio.

2. Intensità crescente.

Questo è un suggerimento semplice e scontato, forse, ma è sempre bene ribadirlo: si servono prima i bianchi meno strutturati poi quelli più potenti o i rossi giovani.
Questo non significa che è d’obbligo servire prima i bianchi: l’importante è seguire il principio dell’intensità olfattiva crescente.

3. Temperatura.

Innanzitutto una raccomandazione: mai servire vino in tavola direttamente dal frigo. Meglio utilizzare la glacette.
È sconsigliato l’abbattitore per raffreddare il vino e il microonde o il camino per riscaldare la bottiglia: potrebbero causare uno shock termico che altera il sapore e la carica aromatica. Inoltre, mai conservare il vino per troppo tempo in frigo. Se chiedete ai puristi del settore cosa fare di una bottiglia di vino aperta, vi risponderanno semplicemente: berla!

servire vino in tavola vetrère 2
La temperatura è un fattore da non trascurare. In linea di massima i rossi vanno serviti a una temperatura di 18° se giovani e 20 se invecchiati, 10° per i bianchi e i rosati, 8° per gli spumanti e temperature ancora più basse per i vini da dessert a fine pasto.

4. Assaggiare prima di tutto.

Per capire se un vino è buono e “degno” di essere portato in tavola, non ci sono scorciatoie: bisogna assaggiarlo.
Per questo motivo, le bottiglie vanno aperte un po’ di tempo prima di essere servite, soprattutto se si tratta di vini invecchiati. Meglio, allora, munirsi di un decanter.

vetrère servire vino a tavola

5. Bottiglie sulla tavola? Meglio di no.

Questa è una regola di bon ton: meglio non avere le bottiglie sulla tavola ma esporle, in ordine di servizio, su una superficie vicina alla tavola, con le etichette ben in vista.

6. L’acqua prima del vino.

Non ci crederete ma è così: prima di pasteggiare bisognerebbe servire l’acqua e non il vino.

7. I calici.

I calici devono essere riempiti per un terzo e rabboccati, di volta in volta, sempre con lo stesso vino.
Se i vini scelti per la cena sono diversi ma non è possibile mettere in tavola per ciascun ospite un calice diverso, allora si può chiedere ai commensali di versare il vino avanzato in un contenitore apposito e poi riempire i bicchieri con il nuovo vino.

vino a tavola vetrère

8. Niente gocce sulla tavola.

Per evitare la fatidica goccia di vino sulla tovaglia meglio munirsi del beccuccio salvagoccia oppure, in mancanza, ruotare leggermente la bottiglia subito dopo aver versato il vino.
Quando estraete il vino bianco dal cestello, ricordatevi di usare un panno per asciugare la bottiglia.

9. Servire un vino: da dove iniziare.

Per servire un vino, è bene posizionarsi a destra o alle spalle dell’ospite. In ogni caso, l’etichetta deve essere sempre visibile.
Si comincia a mescere da destra verso sinistra in senso antiorario, servendo prima le donne e poi gli uomini, in ordine di età e d’importanza. Gli ultimi a essere serviti sono gli ospiti più giovani e i padroni di casa.

10. E poi naturalezza.

L’ultimo consiglio, forse il più importante, è di fare tutto con naturalezza, prendendo con la giusta leggerezza queste regole.
In fondo, alla base di tutto, c’è il piacere di stare insieme e di condividere parole, sorrisi e del buon vino.

Scopri il mondo Vetrère, scegli tra i tanti vini della cantina.

Posted in Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *