i vini secondo vetrere

Il culto della terra e le amorevoli cure che riserviamo alle nostre uve donano ai vini Vetrère tutti i colori di Bacco: i rossi nobili, i bianchi amabili e i rosati pregiati. Le nostre etichette sono il risultato della coltivazione di varietà autoctone di uva: Negroamaro, Primitivo e Malvasia per i rossi; Minutolo e Chardonnay per i bianchi. Nel pieno rispetto della natura si ottiene “il vino secondo Vetrère”, sintesi felice fra l’identità autentica di un territorio, la sua storia e la passione universale per il nettare di Bacco.

Ecco a voi tutto quello che abbiamo di più prezioso: le nostre etichette.

Minù

Orange Minutolo

Bianco Macerato 

Minutolo in purezza macerato sulle bucce per 4 giorni in silos di acciaio.  
Meraviglioso vitigno declinato in orange.

Kemelios

Negroamaro e Malvasia

super riserva serie numerata

E’ la grande riserva Vetrère prodotta unicamente nelle annate 2010 e 2015.
Sull’etichetta è raffigurato lo stemma di famiglia Bruni-Ammazzalorsa.
Dal gusto avvolgente e setoso coadiuvata da una armonica spalla acida.

Barone Pazzo

Primitivo Riserva

Colore rosso intenso di ciliegia matura e prugna con nuances balsamiche dolcemente speziate.
Barone Pazzo è un vino di notevoli estratti, la cui morbidezza mette in risalto una massa tannica ben dosata, che dà nello stesso tempo equilibrio e consistenza.

Lago della Pergola

Negroamaro Riserva

Il Negroamaro è un’esplosione di aromi e di sapori.
Ricco nel colore e articolato negli aromi, frutto nero e spezie con un profilo fumé e tanta liquirizia e sottobosco.

Passito

Malvasia Nera Riserva

Il “Passito” è uno dei più straordinari vini da meditazione italiani. Prodotto a partire da un’attenta selezione di malvasia, ogni anno conferma la sua vocazione all’eccellenza grazie ad un rapporto unico ed inimitabile tra dolcezza e freschezza.
Vino dolce capace di un lunghissimo affinamento in bottiglia, le emozioni a distanza di anni sono assicurate.

VT

Minutolo Riserva

Fiore all’occhiello dell’azienda.
Il Minutolo, dal frutto piccolo e tondeggiante genera aromi e freschezze uniche.
Per la nostra Vendemmia Tardiva le uve vengono lasciate in pianta sino a che giungano a un delicato appassimento.

Crè

Minutolo

Il Crè dal uve Minutolo, vendemmiate nell’ultima decade di Agosto, ha al naso richiami olfattivi a fiori d’arancio, di tiglio, frutta esotica come papaia e ananas. Ottima spina acida che nulla toglie alla rotondità del gusto.

Laureato

Chardonnay e Minutolo

Primo vino prodotto in azienda, da un sapiente assemblaggio di Chardonnay e Minutolo nasce un vino
elegante e profumato in ottimo equilibrio al palato.

Umi

Chardonnay

Prima Selezione

Quando il Mediterraneo incontra il Pacifico .
L’Umi, che in giapponese significa “mare”, racconta l’armoniosa unione tra il nostro sole e la versatilità dello Chardonnay.

Vino fresco di grande sapidità e armonia si presenta intenso e floreale.

Finis

Chardonnay BIO

Vino bianco biologico da uve Chardonnay.
Il Finis si presenta fresco e vivace e racconta tutto il sole che illumina le terre in cui è coltivato.

Taranta

Negroamaro Malvasia BIO

Ottenuto da uve di Negroamaro e Malvasia, Taranta è un vino rosato fresco e intenso con persistenza aromatica prolungata.
Perfetta espressione di un rosato pugliese.

Aureo

Minutolo – Spumante Brut

Al naso richiami olfattivi a fiori di arancio di tiglio, frutta esotica come papaia e ananas.
Fine perlage e persistente al gusto.

Aureo Rosè

Aglianico – Spumante brut

Spumante dal rosa intenso, al naso esprime note che rimandano alla fragoline selvatiche e al ribes nero.
Al palato è fresco ed elegante.

Livruni

Primitivo

Vino succoso caratterizzato da un corpo piacevole e avvolgente al palato, con un aroma inteso e fragante al naso.
Il Livurni esprime le migliori caratteristiche del primitivo.

Tempio di Giano

Negroamaro


Il Negroamaro secondo Vetrère
Colore rubino con riflessi violacei, richiami alla ciliegia e prugna, in un contesto di buona freschezza e nitidezza, in bocca presenta il tannino ben morbido e bilanciato.

Passaturo

Malvasia Nera

L’etichetta riproduce la mappa dell’azienda del 1600.
Dal colore intenso e dal sapore avvolgente, il Passaturo è uno dei vini più amati dell’azienda.

STORIA

Le prime notizie certe della tenuta risalgono al 1600, quando nel Salento fioriva il Barocco, di cui si conservano testimonianze architettoniche di gran pregio.

Una antica mappa del ‘700 testimonia che l’Azienda Agricola Vetrère apparteneva alla famiglia Troilo. Nel 1903, Serafina Troilo sposa Michele Ammazzalorsa, che lascia i suoi possedimenti al nipote Enrico Bruni, padre delle attuali proprietarie. Oggi l’azienda è guidata da Annamaria e Francesca.

FILOSOFIA

Una azienda agricola, oggi più che mai, è presidio e ambasciatrice del territorio. La sua filosofia si inscrive in un ecosistema più ampio fatto di ambiente, qualità, cultura.

Vetrère ha scelto la strada dell’energia pulita ed è in grado di soddisfare il suo fabbisogno energetico in completa autonomia. L’energia elettrica è prodotta dai pannelli solari che ricoprono la cantina e gli uffici, e dalla generosità del sole della Puglia. Una caldaia a biomasse genera il calore che serve alla tenuta: i vinaccioli vengono fatti essiccare naturalmente d’estate per essere il combustibile naturale d’inverno.

LA CANTINA

I nostri vini trovano in una struttura che risale ai primi dell’800 la loro dimora. L’edificio è interamente in pietra tufacea, detta tufo, una pietra calcarea tipica del Salento. Le sue volte a stella e le caratteristiche stesse del tufo consentono alla cantina di mantenere un isolamento termico e una temperatura costante, condizioni ideali per custodire le proprietà organolettiche del vino, in fase di affinamento e stoccaggio.

Alla lavorazione sono destinate diverse sale della cantina. Una sala a piano terra è interamente dedicata alle botti di rovere francese, in cui per 12 mesi vengono affinati i rossi di punta della nostra produzione, due etichette di pregio quali il Barone Pazzo e il Lago della Pergola.
Le antiche vasche interrate, da cui è stato ricavato il tufo per erigere lo stabile, sono l’habitat in cui viene stoccato il vino nei mesi estivi.

una storia di famiglia

Le donne di Vetrère

Annamaria Bruni

Fondatrice

Francesca Bruni

Fondatrice

Fanny Trinchera

Amministrazione

Enrica Trinchera

Marketing

Martina Andriani

Enologa

BLOG

ULTIME NEWS

I fagiolini alla pugliese

I fagiolini alla pugliese

Una ricetta di primavera, tipica del sud e facile da preparare, sono i “fagiolini alla pugliese”, un saporito contorno della tradizione regionale, che fa parte dei cosiddetti “piatti poveri”, molto apprezzati.